Portale Trasparenza Comune di San Vincenzo - Celebrazione Matrimonio Civile

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Celebrazione Matrimonio Civile

Responsabile di procedimento: Panicucci Sara
Responsabile di provvedimento: Ghelardini Giorgio

Descrizione

Come fare

Col termine "pubblicazione di matrimonio" si intende il procedimento con il quale l'Ufficiale dello Stato Civile accerta l'insussistenza di impedimenti alla celebrazione del matrimonio, "pubblicizzando" l'intenzione degli sposi con l'affissione in apposito spazio della casa comunale. La pubblicazione deve essere richiesta all'Ufficio di Stato Civile del Comune dove ha la residenza uno dei futuri sposi, anche in caso di matrimonio religioso valido agli effetti civili.

Il procedimento è composta di tre fasi.

1) Avvio della pratica di matrimonio
La richiesta della pubblicazione deve essere effettuata da entrambi gli sposi presentandosi personalmente all'Ufficio di Stato Civile ove verranno rese le dichiarazioni prescritte e firmato l'apposito verbale. Se gli sposi intendono contrarre matrimonio religioso valido agli effetti civili, devono essere muniti della richiesta del Parroco/ Ministro del culto. Nota: la richiesta di pubblicazione è resa dagli sposi senza la presenza di testimoni.

2) Istruttoria
La documentazione necessaria a comprovare l'esattezza delle dichiarazioni rese dagli sposi è acquisita d'ufficio presso i comuni di nascita e di residenza. Per gli stranieri, si veda la scheda "Matrimonio del cittadino straniero in Italia". Per situazioni particolari si veda il punto successivo (documentazione da presentare).

3) Esposizione delle pubblicazioni
Completata l'acquisizione della documentazione necessaria, l'Ufficiale di Stato Civile provvede: - alla pubblicazione nell'albo online - a richiedere analoga esposizione al Comune di residenza dello/a sposo/a, se diverso da San Vincenzo. Le pubblicazioni devono rimanere esposte nei Comuni di Residenza di entrambi gli sposi per almeno 8 giorni interi.

Validità
Il matrimonio deve essere celebrato entro i 180 giorni successivi alla pubblicazione. La celebrazione può avvenire in qualsiasi comune italiano. Nel caso di matrimonio religioso gli interessati provvederanno, trascorsi i termini di legge, al ritiro dell'eseguita celebrazione, da consegnare al Parroco o al Ministro di culto. Nel caso di matrimonio civile da celebrarsi in comune diverso da quello di residenza degli sposi, gli stessi provvederanno a richiedere l'apposita delega.

REQUISITI
- maggiore età
- per le donne che avessero contratto un precedente matrimonio, decorrenza di 300 giorni dalla cessazione dello stesso

Documentazione da presentare

La documentazione necessaria è acquisita d'ufficio, ma devono essere presentati dagli sposi, in sede di richiesta di pubblicazione, i seguenti documenti non acquisibili d'ufficio, qualora ricorra la particolare situazione: - la richiesta di pubblicazione del Parroco o del Ministro del Culto, in caso di matrimonio religioso;
- nullaosta dello straniero che intende sposarsi in Italia;
- decreto del Tribunale di dispensa o riduzione dei termini di pubblicazione;
- decreto del Tribunale di autorizzazione a contrarre matrimonio in caso di parentela o affinità tra i coniugi (art. 87 c.c.);
- decreto del Tribunale di autorizzazione a contrarre matrimonio in presenza di divieto temporaneo (art. 89 c.c.);
- decreto del Tribunale di ammissione al matrimonio del minore d'età.
 

Tempi d'attesa

E' indispensabile che gli interessati contattino l'Ufficio di Stato Civile con congruo anticipo rispetto alla data prevista per il matrimonio. Completata l'acquisizione della necessaria documentazione, verrà fissato un appuntamento per l'eventuale richiesta di pubblicazione e per la celebrazione del matrimonio (nel caso di matrimonio civile)a necessaria documentazione, verrà fissato un appuntamento per l'eventuale richiesta di pubblicazione e per la celebrazione del matrimonio (nel caso di matrimonio civile)

Notizie utili

Se entrambi gli sposi sono cittadini stranieri, e non conoscono la lingua italiana, devono essere assistiti da un interprete sia al momento della presentazione dei documenti sia all'atto dell'eventuale richiesta di pubblicazioni e della celebrazione del matrimonio.

REGOLAMENTAZIONE  MATRIMONI CIVILI

Disciplina: lo svolgimento dei matrimoni civili nel Comune di San Vincenzo è disciplinato dal apposito regolamento approvato dal consiglio comunale con deliberazione n. 89 del 29.12.2014, modificato con delibera di Consiglio Comunale n. 55 del 12/07/2016
 Il regolamento è a disposizione sul sito internet del Comune

 

Luoghi di celebrazione per cui  sono stati definiti i rapporti con il gestore :

  1. Sala della Torre, compatibilmente con l’attività istituzionale del Comune ;
  2.  Sala Esposizioni nel Palazzo della Cultura compatibilmente con l’attività istituzionale;
  3. Ufficio del Sindaco, compatibilmente  con l’attività istituzionale;
  4. Cinema Teatro “G.Verdi” compatibilmente  con la programmazione delle iniziative ed in particolare di quelle teatrali e cinematografiche;
  5. Consiglio di Frazione di San Carlo, come allestito, compatibilmente con l’attività istituzionale;
  6. Cittadella delle Associazioni  con allestimento a carico dei nubendi e noleggio ad opera del gestore;
  7. Casa  Rossa – Tuscania  noleggio ad opera del gestore;

Ogni altro immobile  di proprietà o in possesso del Comune idoneo all’espletamento di  funzioni pubbliche, compatibilmente con l’attività istituzionale (attualmente è possibile la celebrazione di matrimonio civile presso la struttura Mariva)

Non è consentita la celebrazione in luoghi diversi da quelli sopra riportati, se non per quanto previsto dalla legge.

Non si possono celebrare matrimoni durante le seguenti festività, ricorrenze civili e religiose:

- 1 e 6 Gennaio

  • la domenica di Pasqua e Lunedì dell’Angelo
  • 5 aprile (festa del santo Patrono)

- 25 Aprile

- 1 Maggio

- 2 Giugno

- 15 Agosto

- 1 Novembre

- 8 Dicembre

- Natale e Santo Stefano

La celebrazione dei matrimoni è inoltre sospesa il venerdì ed il sabato antecedente alle consultazioni elettorali, nonché il lunedì successivo.

 

Costo del servizio e tariffe:

Le tariffe per i matrimoni civili sono le seguenti :

UFFICIO DEL SINDACO

a)nubendi di cui almeno uno è residente a San Vincenzo                                          gratuito;

b)nubendi non residenti a San Vincenzo:                                                              €  50,00
 

SALA DELLA TORRE

a)nubendi di cui almeno uno è residente a San Vincenzo                                          gratuito;

b)nubendi non residenti a San Vincenzo:                                                              €  100,00
 

CINEMA TEATRO “VERDI”

a)nubendi di cui almeno uno è residente a San Vincenzo                                          €  100,00

b)nubendi non residenti a San Vincenzo:                                                              €  200,00

CONSIGLIO DI FRAZIONE SAN CARLO

a)nubendi di cui almeno uno è residente a San Vincenzo                                          Gratuito

b)nubendi non residenti a San Vincenzo:                                                              €  50,00


CITTADELLA DELLE ASSOCIAZIONI

a)nubendi di cui almeno uno è residente a San Vincenzo                                          €  100,00

b)nubendi non residenti a San Vincenzo:                                                              €  200,00


LOCALI ESTERNI ALLA CASA COMUNALE

a)nubendi di cui almeno uno è residente a San Vincenzo                                          €  200,00

b)nubendi non residenti a San Vincenzo:                                                              €  300,00


CASA ROSSA – TUSCANIA

a)nubendi di cui almeno uno è residente a San Vincenzo                                          €  50,00

b)nubendi non residenti a San Vincenzo:                                                              €  200,00

 

Nessun rimborso competerà qualora la responsabilità della mancata celebrazione sia attribuibile ai richiedenti.

Disposizioni organizzative:

II nubendi, sia residenti che non residenti, dovranno prendere contatti con l’Ufficio di Stato Civile del Comune di San Vincenzo per informare la loro volontà di celebrare il matrimonio nel predetto Comune. L’Ufficio di stato civile fornirà tutte le indicazioni e la modulistica utile, nonché le modalità per l’effettuazione del pagamento delle Sale dove dovuto.

Le sale potranno essere prenotate esclusivamente dopo aver sottoscritto le pubblicazioni.

I non residenti dovranno, quindi, prendere contatti con il Comune di residenza o con il Consolato di riferimento per gli AIRE dove, per legge, dovranno effettuare le pubblicazioni, indicando il Comune di San Vincenzo quale comune di celebrazione.

Una volta effettuate le pubblicazioni i nubendi dovranno contattare l’Ufficio di Stato Civile per effettuare la prenotazione della Sala.

In questa sede dovrà essere consegnato o inviato l’Allegato A del regolamento e, solo per i non residenti, il modulo di richiesta per la celebrazione, allegando, copia dei documenti di identità degli sposi.

Prima di effettuare il pagamento, dove previsto, occorre attendere la conferma della prenotazione.

Il pagamento, dal momento della conferma, dovrà essere effettuato entro tre giorni lavorativi.

Si dovrà tempestivamente inviare la ricevuta dal pagamento (comunque non più di 4 giorni lavorativi dalla prenotazione). Solo a questo punto la sala è definitivamente prenotata.

In casi di ritardi nel pagamento o nell’invio della ricevuta non si garantisce la disponibilità della sala per il giorno e l’ora richiesti.

Sarà cura dell’Ufficio di Stato Civile comunicare la conferma definitiva della prenotazione.

Circa un mese prima delle celebrazione o comunque appena disponibili consegnare o inviare copie dei documenti d’identità dei due testimoni.

Le sale, di norma, vengono aperte circa mezz’ora prima dell’orario fissato per la celebrazione, salvo specifici accordi presi con l’Ufficio di Stato Civile o direttamente con il gestore della struttura.

Per le norme relative all’allestimento delle sale e le prescrizioni per il loro utilizzo si rimanda al regolamento approvato dal consiglio comunale con deliberazione n. 89 del 29.12.2014.

 

                                                           IL RESPONSABILE UOA AFFARI GENERALI

                                                                       ( dr. Giorgio Ghelardini )

Chi contattare

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: si
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: si
8 giorni dalla data di pubblicazione - dopo aver espetato quanto esposto in descrizione.

Costi per l'utenza

€ 14,62 di marca da bollo

Regolamenti per il procedimento

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: Non previso
Contenuto inserito il 31-10-2013 aggiornato al 02-05-2017
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Via Beatrice Alliata, 4 - 57027 San Vincenzo (LI)
PEC comunesanvincenzo@postacert.toscana.it
Centralino 0565 707111
P. IVA 00235500493
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it