Portale Trasparenza Comune di San Vincenzo - Stato Civile-Separazione/Divorzio breve

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Stato Civile-Separazione/Divorzio breve

Responsabile di procedimento: Panicucci Sara
Responsabile di provvedimento: Pollegione Cristina

Descrizione

PROCEDIMENTO SEPARAZIONE/DIVORZIO BREVE ARTICOLO 12 D.L. N. 132 DEL12.09.2014 CONVERTITO IN LEGGE N. 162 DEL 10.11.2014

Requisiti:

non avere figli minori, di figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, ovvero economicamente non autosufficienti.

L’Accordo non può contenere patti di trasferimento patrimoniale. Secondo la corrente interpretazione della legge, il divieto non riguarda la previsione di un assegno di mantenimento nei confronti del coniuge.

E’ invece chiaramente esclusa la possibilità di compiere trasferimenti immobiliari, sia con effetto traslativo sia con meri effetti obbligatori.

L'ufficiale dello stato civile riceve da ciascuna delle parti personalmente, la dichiarazione che esse vogliono separarsi ovvero far cessare gli effetti civili del matrimonio o ottenerne lo scioglimento secondo condizioni tra di esse concordate.

N.B. l’assistenza di un avvocato è FACOLTATIVA .

Presentarsi all’Ufficio di Stato Civile del Comune dove è stato celebrato il matrimonio oppure nel Comune di residenza di almeno uno degli sposi e compilare la richiesta di acquisizione dell’ufficio dei documenti utili;

L' ufficiale dello stato civile, quando riceve le dichiarazioni dei coniugi, li  invita  a comparire di fronte a se' non prima di trenta giorni dalla  ricezione per la conferma dell'accordo.  La  mancata  comparizione  equivale a mancata conferma dell'accordo.

Anche nel secondo incontro, l’Ufficiale preposto redige l’atto di conferma dell’accordo concluso precedentemente, che viene letto ai dichiaranti e sottoscritto insieme agli avvocati se presenti.

 

PROCEDIMENTO SEPARAZIONE/DIVORZIO BREVE ARTICOLO 6  D.L. N. 132 DEL12.09.2014 CONVERTITO IN LEGGE N. 162 DEL 10.11.2014

La legge n. 162/2014 ha introdotto nel nostro ordinamento l’istituto della negoziazione assistita da avvocati per le “Soluzioni consensuali di separazione personale, di divorzio, e di modifica delle condizioni di separazione e divorzio” (art. 6). Il procedimento è molto più veloce rispetto a quello che si instaura innanzi ad un tribunale.

La procedura di negoziazione ha inizio con l’invito a negoziare, e termina con la redazione di un Accordo che contiene tutte le clausole e i termini della separazione/ divorzio concordati dalle parti. Nell’atto stipulato dalle parti può essere inserita la previsione di trasferimenti immobiliari e altri tipi di dazioni. Nei casi previsti dalla legge (art. 2643 c.c.) l’accordo deve essere autenticato dal Notaio.

L’avvocato ha l’onere di inviare l’accordo sottoscritto al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale competente, il quale, in presenza dei requisiti di legge, e se non è contrario agli interessi dei figli minori, lo autorizza.

Ottenuta l’autorizzazione o il nulla-osta, l’avvocato ha l’obbligo di trasmettere entro il termine di dieci giorni all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune in cui il matrimonio era stato trascritto o iscritto, la copia autenticata dell’accordo raggiunto a seguito della convenzione, munito di certificazione di autografia delle sottoscrizioni e certificazione di conformità normativa.

Chi contattare

Personale da contattare: Panicucci Sara
Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: si

Costi per l'utenza

Prevista la corresponsione di un diritto fisso di 16 euro.

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: non previsto
Contenuto inserito il 16-09-2015 aggiornato al 24-04-2020
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Via Beatrice Alliata, 4 - 57027 San Vincenzo (LI)
PEC comunesanvincenzo@postacert.toscana.it
Centralino 0565 707111
P. IVA 00235500493
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it