Portale Trasparenza Comune di San Vincenzo - Whistleblower: Tutela e Segnalazione Illeciti

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Whistleblower: Tutela e Segnalazione Illeciti

Responsabile di procedimento: De Priamo Salvatore
Responsabile di provvedimento: De Priamo Salvatore

Descrizione

La presente procedura disciplina le modalità di segnalazione degli illeciti nell’ambito delle attività di prevenzione della corruzione previste dal Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione 2017 - 2019 del Comune di San Vincenzo, approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 21 del 9.2.2017.

Con l’espressione whistleblower si fa riferimento al dipendente di un’amministrazione che segnala agli
organi legittimati ad intervenire violazioni o irregolarità commesse ai danni dell’interesse pubblico.
La segnalazione è un atto di manifestazione di senso civico, attraverso cui il whistleblower contribuisce
all’emersione e alla prevenzione di rischi e situazioni pregiudizievoli per l’amministrazione di appartenenza
e, di riflesso, per l’interesse pubblico collettivo.
Il whistleblowing è la procedura volta a incentivare le segnalazioni e a tutelare, proprio in ragione della sua
funzione sociale, il whistleblower; lo scopo principale del whistleblowing è quello di prevenire o risolvere
un problema internamente e tempestivamente.

Il Comune di San Vincenzo individua nel Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, il soggetto destinatario delle segnalazioni da parte del dipendente o collaboratore che intende denunciare un illecito o un'irregolarità all'interno dell'Amministrazione comunale, di cui è venuto a conoscenza nell'esercizio dell'attività lavorativa e che può riguardare comportamenti, rischi, reati o irregolarità a danno dell'interesse pubblico.

Il "segnalante" non potrà utilizzare l'istituto in argomento per scopi meramente personali o per effettuare rivendicazioni di lavoro contro superiori gerarchici o l'Amministrazione, per le quali occorre riferirsi a specifiche discipline.

Il dipendente/collaboratore utilizza per la propria segnalazione-denuncia un apposito modello predisposto dal Dipartimento della funzione pubblica.

Il modulo prevede l'indicazione di tutti gli elementi utili a consentire di procedere alle dovute ed appropriate verifiche e controlli a riscontro della fondatezza dei fatti che sono ricompresi nell'oggetto della segnalazione.

La segnalazione/denuncia presentata dal "segnalante", indirizzata al Responsabile della prevenzione della
corruzione del Comune di San Vincenzo, deve:
• essere circostanziata;
• riguardare fatti riscontrabili e conosciuti direttamente dal denunciante e non riportati o riferiti da
altri soggetti;
• contenere tutte le informazioni e i dati per individuare inequivocabilmente gli autori della
condotta illecita.
Le segnalazioni possono essere presentate secondo una delle seguenti modalità:
• indirizzo di posta elettronica del Responsabile della prevenzione della corruzione (in seguito
definito per semplicità "Responsabile");
• servizio postale (anche posta interna); in tal caso per avere le garanzie di tutela di riservatezza
occorre che la segnalazione sia inserita in una busta chiusa che all'esterno rechi il seguente indirizzo
"Responsabile della prevenzione della corruzione del Comune di San Vincenzo - via B. Alliata n. 4 –
57027 San Vincenzo – Livorno”, con aggiunta la dicitura "RISERVATA PERSONALE";
La segnalazione ricevuta sarà protocollata e custodita con modalità tecniche tali da garantire la massima
sicurezza.
All'atto del ricevimento il "Responsabile" avrà cura di coprire i dati identificativi del segnalante per tutta la
durata dell'istruttoria del procedimento.
Le segnalazioni anonime, vale a dire prive di elementi che consentano di identificare il loro autore, anche se
recapitate tramite le modalità previste dal presente Regolamento, non verranno prese in considerazione
nell’ambito delle procedure volte a tutelare il dipendente pubblico che segnala illeciti, ma verranno trattate
alla stregua delle altre segnalazioni anonime e prese in considerazione per ulteriori verifiche solo se
relative a fatti di particolare gravità e con un contenuto che risulti adeguatamente dettagliato e
circostanziato.
Resta fermo il requisito della veridicità dei fatti o situazioni segnalati, a tutela del denunciato.
Potrà essere utilizzata una procedura per l’acquisizione delle segnalazioni attraverso il sistema informatico
quando il sistema lo consentirà, in seguito alla disponibilità di apposita piattaforma open source di ANAC,
allo scopo messa a disposizione delle amministrazioni locali.

Chi contattare

Personale da contattare: Querci Giancarlo

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: si
previsti dalla legge

Costi per l'utenza

nessuno

Modulistica per il procedimento

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: non previsto
Contenuto inserito il 11-04-2017 aggiornato al 03-10-2017
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Via Beatrice Alliata, 4 - 57027 San Vincenzo (LI)
PEC comunesanvincenzo@postacert.toscana.it
Centralino 0565 707111
P. IVA 00235500493
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it